La prossima Honda Jazz VI Hybrid potrebbe impiegare il sistema i-MMD

Next-gen-Honda-Jazz-Honda-Fit-rendering.jpg

Come le precedenti due generazioni, anche la prossima generazione di Honda Jazz avrà una variante ibrida. Secondo le ultime notizie che arrivano dal Giappone la prossima Jazz abbandonerà il sistema i-DCD e utilizzerà il powertrain i-MMD in comune con le “sorelle” più grandi.

Il propulsore della prima Honda Jazz Hybrid, venduta anche da noi in Europa, aveva un motore a benzina i-VTEC da 1,3 litri abbinato a un motore elettrico IMA (Integrated Motor Assist). La Honda Jazz Hybrid venduta oggi solo sui mercati orientali è equipaggiata con il propulsore Intelligent Dual Clutch Drive (i-DCD). La prossima generazione di Honda Jazz Hybrid impiegherà il sistema Intelligent Multi-Mode Drive (i-MMD).

l’i-MMD con il motore 2 litri nella sua forma originale è nato per la Accord e la CR-V era troppo costoso per la Honda Jazz Hybrid e si era scelto il più economico i-DCD. Tuttavia, Honda lo ha ridimensionato per ridurre i costi e può implementare l’ultimo sistema ibrido nei modelli più piccoli del segmento B. Al NYIAS 2018 di marzo, la nuovissima Honda Insight ha debuttato con il propulsore i-MMD con il motore a benzina i-VTEC da 1,5 litri già pensato per i modelli del segmento C (Civic) e B (Jazz e HR-V)

Anche la quarta generazione Honda Jazz avrà una variante elettrica pura. In precedenza, Honda ha offerto una variante del genere solo nel modello di seconda generazione. La nuovissima Honda Jazz EV avrà un’autonomia di 300 km. La Honda punta a vendere più di 1.00.000 unità della variante a zero emissioni all’anno.

La prossima Honda Fit/Jazz IV, la sua variante a 3 volumi Honda City e la nuova generazione di Hybrid debutteranno a partire dal 2019 in Giappone. La variante totalmente elettrica seguirà nel 2020. E’ probabile che in Europa saranno disponibili non prima del 2020.

Annunci