Acura, vendite in forte calo: in cantiere diversi studi di progettazione

Lo stile della Precision Concept avrà un ruolo fondamentale

L’interesse di potenziali acquirenti verso le berline non sembra essere particolarmente acceso, una constatazione avvertita da tutta Acura. Le vendite del brand di lusso della Honda nei primi dieci mesi dell’anno sono risultate in calo del 10,5%, una cattiva notizia per il centro situato nell’Ohio dove sono realizzate la maggior parte delle berline.

Oltre a queste ultime, l’ostacolo da superare è riuscire ad aumentare le vendite dei SUV che non sono riescono a controbilanciare quelle delle berline. Ma i SUV non sono il problema principale per la Acura. Il maggior calo delle vendite riguarda le berline, come la TLX (-23%) e la ILX (-16,2%). Entrambe sono realizzate nello stabilimento di Marysville assieme alla Honda Accord. Nel medesimo impianto viene prodotta anche la NSX, supercar di seconda generazione con prezzi che partono da 156 mila dollari sottolineando ampiamente l’esclusività per un pubblico di nicchia.

Matt Sloustcher, responsabile delle pubbliche relazioni di Acura commenta: “Certo, non siamo mai contenti di questo. E’ un programma a lungo termine e nel corso degli ultimi anni abbiamo messo in atto un piano fondamentale.”

Il riferimento di Sloustcher si rivolge alla Precision Concept, coupè 4 porte presentata al Salone di Detroit all’inizio dell’anno e ricomparsa a Pebble Beach ad agosto, che offre un’anticipazione sul suo nuovo linguaggio stilistico con interni moderni e ricchi di tecnologia oltre alla nuova interfaccia digitale uomo-macchina (HMI). Tale design è stato trasferito in parte sul facelift della MDX MY 2017, già in vendita, che ha contribuito a un aumento di vendite nel mese di ottobre 2016 del 14,7%. Dallo stesso Sloustcher viene confermato che anche altri modelli della gamma saranno aggiornati sulla base della Precision Concept per contribuire all’aumento delle vendite.

(via: motorionline.com )