HONDA FCV CONCEPT PUNTA AD ANTICIPARE LA FUTURA “GENERAZIONE A IDROGENO”

FCV Concept

 

  • Rappresenta l’evoluzione della futura generazione di veicoli a celle a combustibile
  • Anteprima della vettura di serie a celle a combustibile il cui lancio è previsto nel 2016
  • E’ una parte del contributo di Honda alla futura "generazione a idrogeno"
  • Prosegue l’impareggiabile record nello sviluppo di veicoli a celle a combustibile

Honda FCV Concept, presentato a Tokyo a novembre 2014, fa il suo debutto europeo al Motor Show di Ginevra 2015.

Il futuristico FCV Concept rappresenta la nuovissima vettura da strada a celle a combustibile che sarà in vendita in Giappone nella prima metà del 2016 per poi approdare negli Stati Uniti e in Europa entro i 12 mesi successivi.

Tecnologie di nuova generazione per prestazioni più efficienti

La nuova generazione di vetture a celle a combustibile di Honda sarà prodotta sulla scia delle due precedenti vetture di serie a celle a combustibile della Casa, FCX ed FCX Clarity, con notevoli miglioramenti in termini di costi e prestazioni. La nuova unità delle pile a combustibile installata sul Concept FCV è stata ridotta del 33% rispetto al modello precedente erogando tuttavia una potenza di oltre 100 kW ed una densità più elevata di ben 3,1 kW/l. Ciò contribuirà a un miglioramento delle prestazioni globali del 60% circa.

Al lancio previsto il prossimo anno, il terzo veicolo di serie a celle a combustibile Honda sarà la prima vettura al mondo[1] con propulsore completo, che include l’unità ridotta delle pile a combustibile alloggiata sotto al cofano di una berlina tradizionale. Questo layout consente ai progettisti ed ingegneri di sviluppare un abitacolo completo, in grado di accogliere cinque adulti nel massimo comfort. Si apre così la strada per l’evoluzione della piattaforma Honda delle celle a combustibile che pone le basi per lo sviluppo di nuove linee d’auto, che contribuiranno ad aumentare la conoscenza e adozione della tecnologia a emissioni zero da parte di un segmento in continua crescita.

Honda FCV Concept è dotato di un serbatoio per la conservazione dell’idrogeno ad una pressione elevata di 70 MPa in grado di fornire un’autonomia di oltre 700 km.[2] Il serbatoio può essere riempito in circa tre minuti[3], rendendo le operazioni di rifornimento semplici e veloci come per le attuali vetture tradizionali.

Sviluppo di tecnologie che favoriranno la nascita di una "generazione a idrogeno"

Come parte dell’approccio olistico volto a promuovere la nascita di una "generazione a idrogeno", Honda continua ad affrontare le sfide poste dai veicoli a celle a combustibile sviluppando nuove tecnologie basate sull’ idrogeno al di là dello sviluppo del veicolo stesso.

Fa parte di questa famiglia di nuove tecnologie il sistema Honda Power Exporter Concept, installato su FCV Concept, un’alimentazione esterna di potenza[4] che è stata sottoposta a numerosi test su FCX Clarity. Il sistema consente alla vettura di funzionare come un piccolo impianto mobile di energia generando e fornendo elettricità alla comunità in caso di disastri o altri eventi di notevole portata. È in grado di produrre fino a 9 kW[5] di potenza.

Inoltre, Honda continuerà a promuovere l’applicazione della Smart Hydrogen Station (SHS), una stazione di idrogeno intelligente che adotta l’elettrolizzatore originale Honda ad alta pressione differenziale.

Insieme, i sistemi Power Exporter Concept, FCV Concept e Smart Hydrogen Station esprimono la visione Honda della futura "generazione a idrogeno", rappresentando rispettivamente le funzioni di creazione, utilizzo e connessione. Attraverso tali tecnologie interconnesse, e altre attività di ricerca e sviluppo, Honda sta lavorando duramente per la nascita di una società priva di emissioni di anidride carbonica.

Impareggiabile record di Honda nello sviluppo di tecnologie per le vetture a celle a combustibile

Honda considera l’idrogeno una soluzione energetica ad elevato potenziale di futura generazione, in quanto può essere generato da diverse fonti energetiche ed essere trasportato e conservato con assoluta semplicità. In base a tale visione, Honda ha identificato la vettura a celle a combustibile, che sfrutta l’energia generata da una reazione chimica tra idrogeno e ossigeno quale fonte di alimentazione del motore e veicolo ideale per il rispetto dell’ambiente. Di conseguenza, Honda ha adottato un approccio attivo nel campo della ricerca e sviluppo di veicoli a celle a combustibile sin dalla fine degli anni ’80.

Nel 2002, Honda FCX divenne il primo[6] veicolo a celle a combustibile al mondo a ottenere la certificazione dall’Agenzia statunitense per la protezione dell’ambiente (U.S. Environmental Protection Agency, EPA) e dalla Commissione californiana per le risorse aeree (California Air Resources Board, CARB). Grazie a tali certificazioni Honda ha iniziato la vendita in leasing di FCX in Giappone e negli Stati Uniti. Nel 2003 ha sviluppato Honda FC STACK, il primo*2 modulo a celle a combustibile al mondo in grado di essere avviato a temperature sotto zero. Nel 2005, Honda divenne il primo*2 produttore al mondo a vendere in leasing i veicoli a celle a combustibile ai clienti privati negli Stati Uniti.

Nel 2008 Honda avviò le vendite in leasing di FCX Clarity, un veicolo a celle a combustibile in grado di offrire non solo eccellenti prestazioni ecologiche ma anche innovative dotazioni da berlina ed una sofisticata esperienza di guida.

Honda è diventata leader nello sviluppo di veicoli a celle a combustibile, acquisendo dati importanti dalle vendite in leasing in Giappone e negli Stati Uniti, inclusi i feedback forniti dai singoli utenti e dati guida provenienti direttamente dai veicoli.

Partecipazione di Honda ai programmi per lo sviluppo dell’idrogeno in Europa

A livello europeo, Honda ha preso parte a una serie di programmi correlati all’idrogeno sia a livello nazionale che europeo.

—————————————————–

Germania

Nel 2011, Honda ha preso parte al progetto tedesco per l’energia pulita "Clean Energy Partnership" (CEP), il progetto dimostrativo per la mobilità a idrogeno più ampio in Europa in quel periodo. Oltre alle circa 100 vetture a celle a combustibile presenti su strada come parte del progetto, il CEP sta valutando il funzionamento di autobus alimentati a idrogeno per il trasporto pubblico. Lo scopo è di verificare l’idoneità dell’idrogeno quale fonte alternativa di carburante nell’utilizzo quotidiano e contribuire alla preparazione del mercato per l’introduzione di veicoli a celle a combustibile. Ciò include la produzione sostenibile di idrogeno e lo sviluppo di un’infrastruttura. Entro la fine del 2015, saranno disponibili 50 stazioni di rifornimento a idrogeno in Germania e il Paese diventerà il primo al mondo a disporre di una rete di fornitura. La mobilità elettrica alimentata dall’idrogeno rappresenta per la Germania l’opportunità di ampliare la sua leadership internazionale nel campo dei Concept all’avanguardia.

Nello stesso anno, in Germania, Honda si è unita ad altre aziende leader di settore come partner associato nell’iniziativa H2 Mobility. Il piano d’azione prevede l’istituzione di un’entità legale con lo scopo principale di implementare la rete di rifornimento di idrogeno in Germania. Entro il 2023, l’attuale rete pubblica composta da 15 stazioni di rifornimento per l’idrogeno sarà ampliata a circa 400 stazioni di H2.

I partner, Air Liquide, Daimler, Linde, OMV, Shell e Total insieme all’Organizzazione nazionale per la tecnologia dell’idrogeno e delle celle a combustibile (NOW GmbH), intendono porre le basi per l’introduzione commerciale di veicoli elettrici con gruppi propulsori a celle a combustibile.

Nuove stazioni per il rifornimento di idrogeno saranno installate nelle regioni in cui l’idrogeno è già impiegato e dove sono presenti siti di diverse compagnie di oli minerali: Berlino, Amburgo e Stoccarda oltre che alle nuove aree del nord-sud ed est-ovest. L’obiettivo è di istituire una rete nazionale di stazioni per la fornitura di idrogeno in Germania.

Per ulteriori informazioni, visitare il sito: http://www.now-gmbh.de

—————————————————–

Regno Unito

Nel Regno Unito, Honda ha preso parte al progetto UK H2 Mobility project, per soddisfare le richieste di implementazione commerciale di veicoli elettrici a celle a combustibile (FCEV) alimentati a idrogeno nel Regno Unito a partire dal 2015.

Si tratta di un progetto di collaborazione per valutare le potenzialità dei veicoli FCEV a idrogeno in termini di vantaggi ambientali ed economici per il Regno Unito. Il progetto prevede inoltre la valutazione delle potenzialità dell’idrogeno nella decarbonizzazione del trasporto su strada e delle opportunità derivanti dal ricoprire un ruolo di leader globale nello sviluppo, dimostrazione, produzione e impiego di nuove tecnologie.

Il progetto include partecipanti provenienti dai settori industriali quali tecnologia a celle a combustibile, servizi energetici, gas industriali, rivendita di carburante e produzione mondiale di automobili oltre a un partner europeo del settore pubblico-privato, tre dipartimenti governativi del Regno Unito, le amministrazioni delegate e la Greater London Assembly con l’obiettivo di sviluppare insieme un piano strategico e commerciale per l’implementazione della tecnologia a partire dal 2015.

La partecipazione di Honda prevede la collaborazione con il governo del Regno Unito, altre case di produzione di veicoli e fornitori di carburante per sostenere la strategia di implementazione dei trasporti a idrogeno nel Regno Unito oltre alla possibilità di ottenere una visione più chiara delle opportunità presenti nel Paese.

Per maggiori informazioni, visitare il sito del Regno Unito: http://www.ukh2mobility.co.uk/.

——————————————————

A livello europeo, Honda insieme ad altre case automobilistiche leader, a fornitori di carburante a idrogeno e società di consulenza energetica impegnate in attività a livello internazionale hanno firmato un contratto da 38,4 milioni di euro con FCH JU (European Fuel Cell and Hydrogen Joint Undertaking). Il progetto è coordinato dal sindaco di Londra con l’obiettivo di sviluppare la tecnologia e l’infrastruttura che contribuiranno alla viabilità dei veicoli elettrici a celle a combustibile, che diverranno l’opzione ecologica per gli automobilisti europei del futuro.

Il progetto, denominato HyFIVE (Hydrogen For Innovative Vehicles, idrogeno per veicoli innovativi), è il più ampio in Europa. Honda è uno dei cinque costruttori ad aver accettato l’implementazione di 110 veicoli a celle a combustibile alimentati a idrogeno in diverse località europee e lo sviluppo di nuovi punti con stazioni di rifornimento a idrogeno. Le stazioni di rifornimento configurate in reti viabili saranno sviluppate in tre distinti punti con l’implementazione di 6 nuove stazioni associate alle 12 già esistenti fornite da Air Products, Linde, OMV, ITM Power e Copenhagen Hydrogen Network.

Per Honda, il progetto HyFIVE rappresenta un’opportunità unica per dimostrare i progressi compiuti nel campo dello sviluppo della tecnologia dei veicoli elettrici a celle a combustibile.

Honda ha ricoperto un ruolo attivo nel progetto HyFIVE con la fornitura di veicoli, l’identificazione di potenziali utenti finali, lo sviluppo di servizi e la comunicazione delle attività FCEV ad un pubblico più ampio a livello locale e nazionale.


[1]Ricerca interna di Honda

[2]Misurazione interna di Honda in modalità JC08 e utilizzo della stazione di idrogeno con pressione di ricarica di 70 MPa. L’autonomia potrebbe essere più ridotta in base alle condizioni d’uso (temperatura ambiente, traffico, ecc.) e alla modalità di guida del veicolo (avvio improvviso, utilizzo dell’impianto di climatizzazione, ecc.)

[3]I tempi richiesti per il rifornimento possono variare in base alle condizioni.

[4]Versione giapponese

[5]Misurazione interna Honda

[6]Ricerca interna di Honda

FCV ConceptFCV ConceptFCV ConceptFCV ConceptFCV ConceptFCV ConceptFCV ConceptFCV ConceptFCV ConceptFCV ConceptFCV ConceptFCV ConceptFCV ConceptFCV ConceptFCV ConceptFCV ConceptHonda Power Exporter ConceptHonda Power Exporter ConceptFCV ConceptFCV ConceptFCV ConceptFCV ConceptFCV Concept